Biblioteca fai-da-me.

Semplicemente alcuni dei libri che ho letto, in azzurro quelli che mi sono piaciuti particolarmente.



Anna Sartori, L'Arca di Nina.
Anne Stuart, Una rosa a mezzanotte (qui).
Carlo A. Martigli, 999 L'ultimo custode (qui)
Carol O'Connell, Susan a faccia in giù nella neve (qui)
Cassandra Clare, Infernal devices (trilogia, QUI)
Charles Dickens, Grandi speranze (qui).
Chloe Neill, Saga dei vampiri di Chicago.
Dan Brown, Il codice Da Vinci.
Donato Carrisi, Il suggeritore (qui)
Racconti di Edgar Allan Poe.
Feodor Dostoevskij, Delitto e castigo.
Franck Thilliez, La stanza dei morti (qui).
George Orwell, La fattoria degli animali.
Gianluca Gemelli, Erba alta (qui).
Heather Graham, Ghost shadow - L'isola delle ossa (qui).
Italo Calvino, Il barone rampante.
Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio.
Jeanne Kalogridis, Alla corte dei Borgia (qui).
Jess Walter, Senza passato (qui).
Jo Nesbo, L'uomo di neve (qui).
John Connolly, Tutto ciò che muore (qui)
Jonathan Santlofer, L'artista di morte (avvincente).
Judith Krantz, Scrupoli (1 e 2, una lettura leggera, tanto per cambiare aria).
Kathleen E. Woodiwiss (genere: romance storico): ho letto quasi tutto e non rinuncerei a nessuno.
Kendare Blake, Anna vestita di sangue (un po' Supernatural, un po' Friends).
Lars Kepler, L'ipnotista.
Lars Kepler, L'esecutore.
Luigi Pirandello, Uno, nessuno, centomila.
Maxime Chattam, L'anima del male (qui e qui).
Mons Kallentoft, Sangue di mezz'inverno (agghiacciante).
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray.
Pierre Lemaitre, Alex (qui).
Robert Louis Stevenson, Lo strano caso del dr. Jekyll e di mr. Hyde.
Ruth Newman, Il college delle brave ragazze (qui).
Sidney Sheldon, La rabbia degli angeli.
Simona Ahrnstedt, Ritratto di donna in cremisi (qui).
Sophie Kinsella, Sai tenere un segreto?
Stendhal, Il rosso e il nero.
Stephen King, Misery (qui).
Stieg Larsson, Trilogia Millennium.
Tess Gerritsen, Il sangue dell'altra (inquietante, coinvolgente, finale imprevedibile).
Tim Severin, La vendetta del vichingo (itinerante, in vari sensi).
William Shakespeare, Amleto (qui).
Wulf Dorn, La psichiatra.
Wulf Dorn, Il superstite.
Wulf Dorn, Follia profonda.




P.S.: Quando avrò voglia di farlo, aggiungerò altri libri che ho letto, tanto per dire.

P.P.S: non sono pagata per aggiungere titoli alla lista, così è e così sempre sarà. Non la considero pertanto "pubblicità" ma solo una testimonianza dalla mia libreria casalinga. Di conseguenza: qui non compro, non vendo e non presto niente.

Maya Cents

2 commenti:

  1. Ne ho letti 6 su 13 della tua lista! Anche se nella mia di lista non metterei nessuno di quelli, ma, per esempio:

    Giacomo Casanova: "Storia della mia vita"
    Jack London: "Il vagabondo delle stelle"
    Stephen King: "On writing"
    Apuleio: "Le metamorfosi" (aka "L'asino d'oro")
    Luciano di Samosata: "Dialoghi dei morti"
    Ombretta Bertini: "L'estate di Altachiara"
    AA.VV. "La sacra bibbia"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse mi esprimo in maniera un po' troppo categorica, in realtà mostro solo il mio punto di vista, secondo il gusto narrativo che più mi appaga.
      In ogni caso, non ho letto nessuno dei libri che hai citato ma tre erano già sulla mia lista. "Purtroppo" quando elimino un libro dalla lista solitamente se ne aggiungono almeno altri quattro xD

      Elimina

Commenti liberi, purché ci si ricordi che siamo esseri umani e non bestie.
Chiedete e vi sarà dato. Forse.